Accesso ai servizi

Servizi alle famiglie, sociali e assistenziali

In questa sezione si trovano tutte le attività di gestione dei servizi sociali: infanzia e adolescenza, adulti e marginalità, anziani, disabili, lavoro e immigrazione.

Attraverso queste pagine si possono ottenere informazioni sull'utilizzo dei servizi offerti dal Comune.

Assistenza Economica

Scheda del servizio

Bonus gas, luce e acqua: automatici dal 2021

 

Il bonus sociale è stato reso automatico con l’inizio del nuovo anno, dal 1° gennaio 2021. Lo dichiara l’Autorità per l’Energia (ARERA) in accordo con ANCI e l’INPS. Il bonus sociale consiste in uno sconto sulle rispettive bollette di acqua, luce e gas sotto forma di bonus per risparmiare in bolletta. Questi 3 aiuti saranno automatici nella richiesta e nel rinnovo dal nuovo anno.

 

requisiti per accedere al bonus disagio economico sono: 

  • famiglie con ISEE non superiore a 8.265 euro
  • famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro
  • i titolari di Reddito di Cittadinanza (Rdc) o Pensione di cittadinanza (Pdc)  

 

Il bonus luce è lo sconto sulla propria bolletta luce e varia a seconda dei componenti del nucleo familiare. Se il nucleo ha due componenti, lo sconto sarà di € 125; con tre-quattro sarà di € 148 e con più di quattro componenti arriva a € 173. L’importo non è influenzato dal fornitore ed è emesso su 12 mensilità.

Il bonus gas riduce l’importo delle bollette del gas. È determinato dal luogo di residenza, dalla destinazione d’uso e da quanti sono nel nucleo familiare (una voltura o subentro gas non impediscono l'erogazione del bonus). L’ammontare dello sconto va da 32 euro sino ad un massimo di 264 euro e può essere attribuito direttamente in bolletta (clienti diretti) o tramite bonifico in posta (clienti indiretti).

Il bonus acqua copre un fabbisogno di circa 50 litri d’acqua al giorno con uno sconto sulla tariffa idrica. L’importo di tale riduzione dipende dal fornitore e si deve quindi consultarne il sito. L’erogazione avviene direttamente in bolletta per gli utenti diretti oppure tramite pagamento tracciabile per quelli indiretti.

 

Cosa succede in caso di cambio del venditore di energia elettrica o nel caso in cui si debbano effettuare pratiche burocratiche per trasferimento? 

Cambiando fornitore, facendo una voltura, un subentro, un allaccio in base allo stato del contatore, il bonus continua ad essere erogato senza interruzioni fino al termine della validità del diritto. Per qualunque necessità puoi contattare il servizio clienti. 

 

Come viene erogato il bonus?
Se hai un contatore intestato, il bonus ti verrà riconosciuto mensilmente in fattura senza effettuare la lettura del contatore; se invece hai un contatore condominiale, lo avrai tramite un bonifico predisposto dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA). 

Dal momento in cui l'Ente approva la domanda, il distributore ha 60 giorni lavorativi per erogare il Bonus Sociale al cittadino.   

Rimane invariato il bonus elettrico per disagio fisico riservato a chi, per ragioni mediche, ha bisogno di maggiori quantitativi di elettricità. Quest’ultimo richiede il disagio medico comprovabile dall’attestazione dell’ASL e non prevede istanze di rinnovo. Non sarà quindi automatico.

 

Aggiornamenti e approfondimenti:

  • ARERA (Bonus Luce, Gas e Acqua)
  • Inoltre,le famiglie italiane con un ISEE sotto i 20.000 euro possono richiedere il Bonus pc e internet prima della sua scadenza, 1 ottobre 2021, per beneficiare del sostegno che consiste in uno sconto finale fino a € 500 ripartiti tra connettività (tra € 200 e € 400 da utilizzare ad esempio per velocizzare connessione lenta) e fornitura pc/tablet (tra €100 e €300). Si deve compilare il modulo, allegando un documento ed il codice fiscale e inoltrare la domanda ad un operatore telefonico registrato così da beneficiare dello sconto sulla propria tariffa.

Agevolazioni per Disabili

Gli esperti di prontobolletta hanno voluto approfondire l’argomento delle agevolazioni fiscali per le persone disabili. Di seguito abbiamo riassunto e semplificato le agevolazioni principali presenti nel documento ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. In particolare, il documento tratta dei seguenti punti:

• I soggetti aventi diritto a tali agevolazioni
• I tipi di agevolazioni fiscali previsti
• Limiti previsti, modalità di accesso e applicazione di tali agevolazioni

Agevolazioni per figli portatori di handicap


Sono previste le seguenti detrazioni Irpef per ciascun figlio a carico dal punto di vista fiscale:

• 1.620 euro (con un’età inferiore a tre anni).
• 1.350 euro (con un’età pari o superiore a tre anni).

Con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire
dal primo.
L’importo delle detrazioni si abbassa all’aumento del reddito percepito fino ad azzerarsi
quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro.

Agevolazioni per spese sanitarie


Per quanto riguarda le spese sanitarie per una persona disabile, si ricorda che è interamente deducibile dal reddito totale l’importo di ogni tipo di:

• spesa medica generica (medicinali, visita da un medico generale,...)
• spesa per assistenza specifica (nel documento ufficiale si specificano quali sono)

ATTENZIONE
Si potranno dedurre queste spese anche se sostenute per una persona con disabilità non a carico dal punto di vista fiscale.

Agevolazione IVA


Per quanto riguarda l’applicazione della partita IVA, sarà applicabile un'aliquota del 4% invece del 22% quando si acquista un veicolo nuovo o usato nei seguenti casi:

• Cilindrata inferiore a 2,000 cm cubici (motore a benzina o ibrido)
• Cilindrata inferiore a 2,800 cm cubici (motore diesel o ibrido)
• Potenza sotto i 150 Kilowatt se presenta motore elettrico
• Acquisto di optional
• Spese per l’adattamento di autovetture non adattate (già in possesso dal disabile)

Maggiori info, dettagli e casi eccezionali nel documento ufficiale.

Agevolazioni nel settore automobilistico: chi ne ha diritto

I seguenti soggetti possono beneficiare delle agevolazioni:

• Persone non vedenti e sorde
• Persone con un handicap psichico o mentale (in possesso dell’indennità di accompagnamento)
• Persone disabili con leggere o gravi limitazioni delle capacità motorie o con pluriamputazioni

ATTENZIONE
Le agevolazioni fiscali saranno riconosciute solo se il veicolo viene usato a favore delle persone con disabilità.

Altre Agevolazioni Fiscali


Nel documento ufficiale dell’Agenzia delle Entrate sono presenti diversi altri benefici fiscali (a partire dai veicoli fino a sussidi informatici) con relativi requisiti da possedere, riassunti nella parte finale del documento con una tabella esplicativa.

Potete trovare il documento ufficiale qui.
Questa guida riassuntiva, redatta per voi da prontobolletta, vuole informare le persone sulle molteplici agevolazioni fiscali per le persone con disabilità.